Indagini per l'inquinamento del torrente Ghisone a Carentino. Aggiornamento

8 agosto 2017

A seguito dell’inquinamento del torrente Ghisone registrato nei giorni scorsi, Arpa ha attivato dei controlli sull’acqua di falda utilizzata per approvvigionare l’acquedotto di Carentino (AL).

I primi esiti analitici hanno mostrato la presenza, nell’acqua di falda, di manganese oltre i limiti di legge, di indici di inquinamento microbiologico e di tracce di fenolo.

In seguito a tali rilevamenti e a successive analisi di AMAG e ASL il Sindaco di Carentino, Silvia Celoria, ha emanato un’Ordinanza che vieta l’utilizzo dell’acqua potabile in tutto il territorio comunale.

Ulteriori analisi si sono concluse sui campioni di acqua superficiali prelevati la settimana scorsa: oltre i parametri precedentemente indagati, sono risultati elevate le concentrazioni di COD, nitrati e ammoniaca, a conferma dello sversamento nel torrente di acque reflue non trattate.

archiviato sotto: , , ,
Archivio Notizie

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it