Sospensione dei prodotti a supporto del protocollo antismog

14 aprile 2017
Con l'arrivo della primavera e della stagione calda aumentano le capacità dell'atmosfera di disperdere gli inquinanti e solo episodicamente si possono raggiungere valori di concentrazione del PM10 prossimi o superiori ai valori limite come invece accade nel periodo invernale.

Durante i mesi più freddi dell’anno infatti lo strato di atmosfera nel quale si  possono disperdere gli inquinanti è assai limitato, al massimo poche centinaia di metri, mentre in quelli più caldi l’altezza dello strato rimescolato può raggiungere anche i 2-3 chilometri. In queste ultime condizioni gli inquinanti presenti in atmosfera sono diluiti su un volume molto maggiore rispetto a quello del periodo invernale, e ciò fa sì che le loro concentrazioni in aria siano generalmente basse.
Pertanto dal prossimo martedì 18 aprile la pubblicazione del "Report giornaliero sul PM10 a supporto del protocollo operativo antismog", del  “Bollettino delle stime previsionali di PM10"  e del "Bollettino dei dati settimanali di PM10" sarà sospesa fino al prossimo mese di novembre.

Allo stesso tempo diventano preponderanti per la qualità dell'aria i fenomeni legati alla produzione di smog fotochimico e quindi di ozono e pertanto, a partire da lunedì 24 aprile, riprenderà l'emissione quotidiana del Bollettino Ozono, secondo quanto previsto dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 27-614 del 31 luglio 2000.
archiviato sotto: , , , , ,
Archivio Notizie

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it