Proliferazione di macrofite acquatiche nel tratto cittadino torinese del Po - Ritrovato il Myriophyllum aquaticum

13 luglio 2017

Nelle acque del Po del tratto cittadino torinese, sono visibili in questi giorni sviluppo di macrofite acquatiche, che comprendono alghe, muschi, epatiche e fanerogame e danno indicazione di qualità delle acque: l'apparente informe massa di diverse sfumature di verde rivela la presenza di specie diverse, alcune colonizzano il substrato nudo e le zone a più forte corrente e altre si avvalgono della protezione delle precedenti per insediarsi dove la corrente è rallentata. Quella sorta di foresta subacquea che formano ospita una specifica e varia vita animale.  

La proliferazione e la fioritura ben visibili sono però erroneamente spesso chiamate alghe; si tratta invece di macrofite fanerogame la cui presenza e diversità è spesso sintomo di ritrovata qualità biologica delle acque.

Macrofite acquatiche

Si tratta di Myriophyllum spicatum, Potamogeton crispus, Callitriche, Ranuncolaceae, tipiche piante di fiumi di pianura.

La presenza di macrofite acquatiche è quindi del tutto naturale.

A causa del ritrovamento la scorsa estate di un popolamento di M.aquaticum, specie presente sia nella Warning List della Regione Piemonte ( DGR 23-2975 del 29 febbraio 2016 ) sia  nell’elenco di specie esotiche invasive di rilevanza unionale (Regolamento di esecuzione (UE) 2016/1141 della Commissione del 13 luglio 2016), dal mese di maggio sono programmati ogni quindici giorni sopralluoghi in punti con caratteristiche idonee alla proliferazione della specie lungo tutta l’asta fluviale del Po dal ponte di corso Vittorio fino al confine con la Lombardia da parte di diversi soggetti istituzionali (Arpa; Parco del Po, ENEA, Parco fluviale del Po del tratto torinese e vercellese/alessandrino).

In occasione del sopralluogo da parte di tecnici esperti di Arpa Piemonte, il 10 luglio scorso, è stata nuovamente osservata la presenza di esemplari di Myriophyllim aquaticum nella sponda sinistra, nel tratto compreso tra il ponte Umberto I e l'ex imbarco GTT in Via Murazzi del Po. La presenza della pianta invasiva è stata segnalata agli enti competenti per gli opportuni interventi che si renderanno necessari al fine di eradicare la specie invasiva.

Myriophyllim acquaticum

I sopralluoghi continueranno comunque con la cadenza prevista per il monitoraggio del caso.

archiviato sotto: , , ,
Archivio Notizie

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it