Le condizioni della neve e del pericolo valanghe per il prossimo fine settimana

17 febbraio 2017

Il manto nevoso presenta fino a 1800-2200m di quota croste superficiali non ancora portanti, determinate dai cicli gelo/disgelo, mentre a quote
più elevate e sui versanti in ombra si trova ancora neve a debole coesione. Nel corso della settimana si è assistito ad una notevole umidificazione diurna della neve con valanghe spontanee, a lastroni e a debole coesione, soprattutto sui pendii soleggiati.

I punti di discontinuità presenti nel manto nevoso sono rappresentati da vecchie croste fusione e rigelo, croste dal vento e, soprattutto sui pendii in ombra, cristalli angolari. Per la giornata di sabato, in particolare sui settori di confine e su Alpi Marittime Occidentali, occorre prestare attenzione al distacco di lastroni sollecitabili già con debole sovraccarico. Nella giornata di domenica continueranno i processi di consolidamento del manto nevoso ma sarà richiesta attenzione nella valutazione locale del pericolo.


Per maggiori approfondimenti vi invitiamo a consultare il bollettino valanghe.

 

archiviato sotto: , , , , ,
Archivio Notizie

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it