La prevenzione delle esplosioni da polvere negli impianti di stoccaggio e lavorazione dei cereali

16 luglio 2017

Quest’anno ricorre il 10° anniversario dell'evento che il 16 luglio 2007 distrusse il Molino Cordero di Fossano (CN), provocando 5 morti, causato dall’esplosione di una nube di polvere di farina. 

La problematica legata ai rischi di formazione di atmosfere esplosive per la presenza di polveri che riguarda, peraltro, diversi comparti produttivi (industrie alimentari, farmaceutiche, lavorazione del legno e dei metalli, industria tessile, ecc.), è oggetto di attenzione da parte del Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro (SPreSAL) che ha chiesto la collaborazione di Arpa Piemonte per attività tecnica e di informazione e sensibilizzazione sul territorio regionale dedicata agli operatori del settore.

L'ultimo incontro è stato organizzato lo scorso 21 giugno in collaborazione con lo Spresal di Pinerolo – ASL TO3 sulla prevenzione degli infortuni nelle aziende del settore. L’evento rientra in un piano di vigilanza dello Spresal, che si attuerà nel corso del 2017 e 2018 con sopralluoghi presso le aziende del settore grazie al supporto tecnico degli operatori di Arpa attraverso la struttura Rischio industriale ed energia.
Consulta le slide:

 

immagine atex polveri

Sempre sul tema della prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro, con particolare riferimento ai rischi di formazione di atmosfere esplosive per la presenza di polveri sono stati organizzati altri appuntamenti:

 

Consulta il manuale tecnico La prevenzione delle esplosioni da polvere. Caso studio: le attività molitorie
Consulta le liste di controllo (rev. 1 dicembre 2015)
archiviato sotto: , , , ,
Archivio Notizie

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it