Bollettino pollini allergenici

Viene emesso con cadenza settimanale sulla base dei dati rilevati dalla rete di monitoraggio ed è aggiornato ogni mercoledì.
Le tabelle con le concentrazioni polliniche giornaliere, ripartite in quattro classi (assente, bassa, media e alta), sono riferite alle famiglie ritenute particolarmente significative dal punto di vista allergologico nel periodo considerato.
La valutazione corrisponde alla quantità di polline prodotto dalle singole famiglie/genere, e non fornisce il valore soglia scatenante la reazione allergica.
Il bollettino include come unico genere l'Ambrosia, in quanto dotato di elevato potere allergizzante e in rapida diffusione sul territorio regionale. Il bollettino provinciale settimanale si riferisce al livello di concentrazione di pollini rilevata e non a quella prevista.

Dal marzo 2007 ogni bollettino viene integrato con un sintetico commento relativo allo spettro pollinico della settimana di osservazione.

 

La Rete di monitoraggio pollinico  
  
Dal 2002 in Piemonte è attiva una rete regionale di monitoraggio dei pollini e delle spore fungine aerodispersi in collaborazione con l'Università di Torino - Orto botanico. A oggi sono attive sei stazioni: cinque sono collocate in aree urbane densamente popolate dove l’incidenza delle allergie è in costante aumento (Cuneo, Novara, Torino, Alessandria, Vercelli) e una in un centro caratteristico per motivi geografici e climatici: Omegna (VCO). La stazione di Torino, collocata sul tetto dell'Ospedale Mauriziano, è  di proprietà dell'Università che ne gestisce il funzionamento e la produzione del dato del monitoraggio, che, quando disponibile, viene trasmesso all'Arpa per la pubblicazione sul bollettino regionale. Il campionatore di Cuneo è di proprietà dell'Ospedale Santa Croce della città ed è posizionato sul tetto della struttura e il personale dell'Arpa collabora per quanto riguarda la predisposizione dei vetrini e la loro lettura da cui deriva il dato riportato nel bollettino. Le altre stazioni di rilevamento (Alessandria, Novara, Omegna, Vercelli) sono di proprietà dell'Arpa, collocate sulle sedi dei Dipartimenti territoriali, e interamente gestite dal personale dell'Agenzia, biologi e tecnici, opportunamente formati, che garantiscono che la preparazione dei campioni e la relativa lettura al microscopio ottico siano eseguite secondo criteri di qualità e nel rispetto di procedure standardizzate (metodo standard).

Gli altri bollettini

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it